» Ricerca avanzata

BAM! SHOCK! LO SCONTRO A FUMETTI

SKU: 59903
Ne abbiamo 0 disponibili.
BAM! SHOCK! LO SCONTRO A FUMETTI

BAM! SHOCK! LO SCONTRO A FUMETTI

Altre viste

Descrizione prodotto

Dettagli

Cosa fanno Flash Gordon, Superman, Dick Tracy, l’Uomo Ragno? Indagano, parlano, si innamorano, a volte filosofeggiano, ma prima o poi combattono. Perché e come lo fanno? Grazie a quali strumenti espressivi il fumetto ce li mostra mentre lottano? In questo libro l’autrice, applicando l’analisi semiotica e narrativa alla rappresentazione della lotta, porta alla luce gli strumenti espressivi più usati e più efficaci nel narrare i conflitti – fisici e verbali – nei principali comics avventurosi usciti negli Usa a partire dal 1929, anno in cui il fumetto d’azione fa la sua comparsa sui quotidiani con Buck Rogers e con Tarzan. Comprendendo le ragioni emotive, teatrali, «filosofiche» di questi perenni scontri fra i personaggi dei fumetti, è possibile capire più in profondità i meccanismi di base delle narrative popolari e i motivi per cui essa ci affascina. Bam! Sock! Lo scontro a fumetti – già alla sua prima stesura lodato da Umberto Eco come uno dei più interessanti studi sui comics degli ultimi anni – si offre a tutti i tipi di lettore grazie all’armonia tra il rigore dei contenuti, la piacevolezza stilistica e l’indubitabile fascino dell’argomento. «Il tema apparentemente così specifico della lotta nei fumetti d’avventura ne nasconde un altro, che è quello – davvero generale – della spettacolarità e dei suoi modi di manifestarsi. E alla luce della maniera in cui viene raccontata la lotta, e del peso narrativo che gli episodi di lotta hanno nell’economia delle storie, è possibile ricavare uno spaccato dell’evoluzione del fumetto americano e del suo modo di rapportarsi al proprio pubblico che sarebbe difficile ottenere altrimenti.»

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni

codice 9788889613184
Catalogo N/A
Autore N/A
Collana VOLUME SINGOLO
Numero N/A
Serie VOLUME SINGOLO
Produttore TUNUE'
Conclusa
Esaurito No
Novità No